Il prezzo di Bitcoin sta salendo

Oggi bitcoin è in aumento del 10%, addesso viene scambiato a $ 23.152

In queste ultime 24 ore il Bitcoin è arrivato ad un minimo di $ 21.112 fino ha aumentare di $ 23.358, CoinMarketCap

Anche se Bitcoin è aumentato repentinamente, ha molta strada da fare per raggiungere il suo massimo storico  dello scorso anno di $ 68.700

Il prezzo del Bitcoin sta aumentando grazie agli investitori di criptovalute e ad altre attività di rischio.

Anche Ethereum, seconda per capitalizzazione di mercato, è aumentato del 14% nelle ultime 24 ore.

Solo TerraClassic, una delle 100 criptovalute per capitalizzazione di mercato a perso il 2%.

Un ottimo indicatore per misurare la propensione al rischio degli investitori è l’indice NASDAQ che a chiuso ieri a un enorme 4,1% (durante la sessione australiana)

“La correlazione di Bitcoin con il NASDAQ è di nuovo in aumento, quindi è facile capire perché abbiamo avuto questo rally”, ha detto analista di mercato di eToro .

Tutto questo grazie all’aumento dei tassi di interesse dello 0,75 da parte della Federal Reserve.

Come mai, le attività di rischio stanno aumentando dopo che per la seconda volta c’e stato il rialzo dei tassi da parte della principale banca centrale mondiale?

Gli investitori, hanno preso, probabilmente, spunto da alcuni segnali accomodanti emessi dal presidente della Fed Jerome Powell, il quale dichiara

“probabilmente diventare appropriato rallentare il ritmo degli aumenti” più avanti nel 2022.

“Questo rally dei prezzi di Bitcoin arriva quando potremmo avvicinarci alla fine dell’inflazione rovente negli Stati Uniti, con la Fed che riconosce una spesa e una produzione più deboli”, ha affermato Gilbert.

“L’inflazione è il numero più importante nei mercati in questo momento ed è la più grande preoccupazione tra gli investitori. Se gli investitori ritengono che abbiamo raggiunto il picco di inflazione, potrebbero cercare di iniziare lentamente a ripristinare l’esposizione agli asset rischiosi, come Bitcoin”.

Il bitcoin come sappiamo è volatile per natura e rimangono i rischi di un ribasso nei prossimi mesi.

.“Non siamo del tutto fuori pericolo”, ci ha detto Gilbert. 

“Il PIL degli Stati Uniti del secondo trimestre pubblicato questa sera potrebbe mostrare che l’economia statunitense si è contratta per il secondo mese consecutivo, che per definizione è una recessione tecnica”.

Gilbert ha aggiunto:

Sì, abbiamo recuperato dai minimi. Ma molti rischi macro possono ancora influenzare le criptovalute nel breve e medio termine. I mercati hanno avuto molte sorprese quest’anno e non mi aspetto che le abbiamo viste tutte.

Fonte: fool

Canale Youtube

Scrivi un commento